Cronaca
06/08/2012
Polmonite, trombosi e fascite
Salvata a due anni e mezzo

NAPOLI. Infezione da “Stafilococco Aureo Oxacillino sensibile”, che aveva provocato una polmonite da stafilococco, una fascite (infiammazione delle fibre che stanno sotto gli arti) ed una secondaria trombosi di una vena della gamba. Il “batterio killer” stava uccidendo Miriam V., una bimba di due anni e mezzo, che ha lottato tra la vita e la morte dagli ultimi giorni di giugno fino agli inizi di agosto. È stata salvata dai pediatri del Santobono. La mamma: «Il calvario di mia figlia iniziò con una febbre altissima, le gambe bollenti, non alzava la testa dal cuscino e quasi non reagiva alle sollecitazioni. Siamo finiti in un tunnel, ora deve recuperare completamente la deambulazione».